Home » Dominazione - BDSM

Dominazione - BDSM

Sessioni di Dominazione

Sessioni di  Dominazione - marcomilanogigolo.com

 

"La psiche, specchio del mondo e dell'uomo, presenta una tale varietà che la si può considerare e giudicare da infinite parti"

Carl Gustav Jung, La dinamica dell'Inconscio, cit.

 

L' Erotismo, se vissuto consapevolmente, è una Caverna Ideale dove ciascuno può, progressivamente, dismettere le proprie Maschere e assecondarsi alle sue più in-consapevoli ed autentiche Pulsioni.

 

Una Caverna, in sintesi, di estrema Libertà.

 

La Dominazione è un validissimo Strumento per agìre determinate pulsioni, attitudini, immaginazioni, che nella Vita reale, dove ciascuno di noi non può che indossare notevoli e multiformi maschere, non ci sono concesse.

Essa non può che avvenire in un Rapporto di totale Fiducia, Empatia e Stima tra il Master e la Slave.

Prima delle sessioni, soprattutto quando non vi è una conoscenza reciproca, si impone un Colloquio, per stabilire limiti e condizioni del Contratto di Dominazione.

E soprattutto, per valutare se vi sono i presupposti emotivi e psicologici per concedersi questo tipo di dinamica.

Ci si confronta, soprattutto per i Neofiti, con le aspettative, le paure, le sensazioni che queste dinamiche preludono.

 

Si concertano i Confini, si stabilisce, in taluni casi, la Safe-word, si condivide una aspettativa di Tenerezza e Risarcimento Emotivo per il Dopo-sessione.

Si stabilisce, sostanzialmente, un Piano di Relazione, su cui ci si confronterà anche dopo la Sessione.

 

"La vecchiaia del Dio gli mosse la bocca,

Gli gettò la saliva a terra

E ciò che egli sputò cadde sul suolo.

Iside di sua mano lo impastò

Insieme alla terra che v'era commista;

Ne fece un venerabile verme 

E gli diede forma di lancia"

Inno Egizio, cit.

 

In realtà, concedersi il Lusso di Essere Dominati

E' un atto di Reazionario Coraggio.

 

 

 

 - marcomilanogigolo.com

Le tre Camere della Dominazione

Guai a chi pensa che la dominazione sia qualcosa di crudele. Il rapporto bdsm, se agìto consapevolmente, è quanto di più tenero possa esistere tra due Persone.

Una relazione fatta di Cura reciproca, di premura e devozione per l'Altro, di presa in carico totalizzante dei Bisogni e delle sofferenze altrui.

Credo che una relazione bdsm sia un percorso, circoscritto nel tempo, con un setting ben preciso. 

Per inciso, gli Amori della mia vita, quelli più autentici e consapevoli, sono passati di qua.

La Camera della Dominazione Fisica.

E' quella più sdoganata e semplice, che abbiamo imparato a conoscere anche attraverso simpatici prodotti editoriali, talvolta non proprio puntuali nella consapevolezza delle dinamiche. Oggi è una moda. Avere un frustino nella borsa è diventato un must, le manette le prendiamo con noi quando usciamo insieme alle chiavi di casa. Ironizzando, intendo dire che molti oggi provano ad avvicinarsi a questo mondo in maniera dilettantistica, pensando che per essere un buon Master basti essere dotati di una frusta o di uno scudiscio. Per essere un buon Master bisogna essere allenati alla relazione, nel senso più profondo del termine. Io credo che un Master vero sia una persona capace di amare e prendersi Cura dell'Altro. Un bravo papà, concedetemi questo passaggio, potrà essere un ottimo Master, perchè ha conosciuto e sperimentato l'Amore Vero.

La Camera della Dominazione Psigologica

 E' il secondo passaggio, basato sul controllo reciproco dei bisogni e dei pensieri dell'Altro. Una precisazione. Le relazioni bdsm sono relazioni dove solo apparentemente c'è un forte e un debole. In realta sono dinamiche di grande coinvolgimento emotivo dove ci si gioca un ruolo preciso. Ma uno schiavo ha bisogno del suo padrone esattamente come un padrone ha bisogno del suo schiavo.

La Camera delle Dominazione Affettiva

E' la terza camera, quella più sofisticata ed eterea, basata sul Triangolo Edipico. La relazione bdsm è ormai totalizzante, matura, definita, consapevole. In questa situazione di stabilità, si inserisce nel menage una terza persona, dello stesso sesso della slave, la quale entrerà in punta di piedi nella relazione. Avrà probabilmente l'illusione di essere la protagonista della dinamica, in realta è punto di snodo della relazione bdsm.

Il menage sarà giocato prima su un piano fisico, poi su un piano assuntamente affettivo. La slave le sarà devota, il Master la terrà in grande conisderazione. 

Ma, come già detto, sarà solo un vezzo della coppia bdsm, che sperimenterà in maniera totalizzante gli effetti della perdita del controllo.